Aumentano gli uomini erbivori in Giappone

Nel Paese del Sol Levante i maschi non pensano più soltanto al lavoro e stanno assumento atteggiamenti considerati da molti “effeminati”. Questi atteggiamenti deriverebbero dalla grave crisi culturale ed economica che ha colpito il paese. Nel paese dei samurai e del valore virile, questi uomini vengono identificati dai giornali come soshoku-danshi (maschi erbivori) o semplicemente soshouku-kei (erbivori). Termini che indicano “il disprezzo di un popolo che sente di dover essere cacciatore e quindi guarda di traverso chi non mangia carne”. Attualmente una gran parte dei maschi di età compresa tra i 20 ed i 35 anni “non ha interesse a fare carriera, trascura il lavoro, non pensa a farsi una famiglia e nemmeno a trovarsi fidanzate fisse o occasionali”. Sono questi gli “erbivori”. Circa due terzi dei giovani giapponesi, che vivono con la mamma (e in Italia sarebbero chiamati bamboccioni), amano i dolci, passano ore in chat o sulle panchine di un parco, spendono soldi per trucchi e cure di bellezza, vanno dalla manicure e si interessano più dei capelli che dei successi lavorativi. Questo cambiamento sarebbe di natura economica. Secondo una statistica della Tv giapponese l’82% dei giovani uomini di 35 anni guadagna meno di 2 milioni di yen al mese, al limite della povertà. In base ad un rapporto dell’Ocse del 2007 il Giappone era al secondo posto dopo gli Usa per la povertà tra i paesi sviluppati ed un terzo dei lavoratori aveva contratti a termine senza prospettiva di impiego fisso. Questo ha portato un cambiamento dei rapporti uomo-donna: per poter metter su famiglia occorre essere in 2 a lavorare e spesso le donne guadagnano più dei mariti. La donna nella famiglia acquista sempre più potere, tanto che il 40% degli uomini dichiara di fare pipì da seduto oppure appoggiandosi a una specie di inginocchiatoio, a causa delle “pressioni della donna di casa che vuole prevenire quegli spiacevoli schizzi dal water”. Da questo poi sono derivate altre cose: la vendita di preservativi è diminuita e in un grande magazzino di Tokyo sono stati venduti 4.000 reggiseni a uomini.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: