Passeggiando per i giardini imperiali

Giardino imperiale

Giardino imperiale

Il palazzo imperiale di Tokyo è generalmente chiuso al pubblico (si può visitare soltanto il primo giorno dell’anno ed il giorno del compleanno dell’imperatore), ma per chi vuole trascorrere qualche ora nelle vicinanze, è d’obbligo una passeggiata nei giardini imperiali. L’ingresso ai giardini è gratuito. All’entrata viene consegnato un pass, che si deve restituire all’uscita. Il consiglio è di recarsi ai giardini la mattina o nel primo pomeriggio, per poter godere in pieno della bellezza del luogo e poterli visitare completamente prima della chiusura. I giardini imperiali sono un vero spettacolo: piante, fiori, prati verdi immensi e costruzioni imperiali da non perdere. Il primo imperatore che si trasferì nell’attuale residenza imperiale fu Meji nel 1868, alla fine dell’era dello shogunato dei Tokugawa. Dopo 5 anni il papazzo imperiale rimase distrutto in un incendio e poi fu ricostruito nel 1888. Il nuovo edificio, dove attualmente vive la famiglia imperiale, venne inaugurato nel 1968. Attorno ai giardini c’è un immenso fossato pieno di acqua, con mura imponenti e ponticelli. Si può accedere ai giardini attraverso la porta Ote-mon, che un tempo era la porta principale  dell’antico castello di Edo. Attraverso questa porta si accede ad un piccolo spazio quadrato, per poi arrivare al portale d’ingresso vero e proprio. Il prato occupa uno spazio di circa 130.000 metri quadrati… un “piccolo” giardino, insomma! Il prato è diviso in due parti ed è circondato da ciliegi, magnolie, piante di bamboo e piante di thè. Nei giardini ci sono varie costruzioni, che sono state realizzate in tempi diversi per alcuni esponenti della famiglia imperiale: la fortezza a tre piani Fujimiyagura, un’antica cantina, il padiglione della musica, le fondamenta della fortezza principale, l’osservatorio. Dall’osservatorio si arriva al giardino Ninomaru, dove c’era la seconda casa dell’imperatore e una casa da thè. Molte le piante ed i fiori che si possono ammirare: iris, azalee, ciliegi. Inoltre ci sono molti stagni con piccoli correnti di acqua. Un posto dove senza accorgersene si possono trascorrere svariate ore, immersi nel verde, in modo piacevole.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: