Google Earth fa scandalo in Giappone

Google Earth

Google Earth

Google Earth crea problemi in Giappone. Tutto è iniziato con la decisione del famoso programma di Google che permette di visualizzare nei dettagli le aree cittadine e non, di inserire alcune mappe storiche di aree di elevato interesse culturale. Sono state inserite infatti alchune cartine secolari, nei quali è segnalata “la posizione di un gran numero di enclave di Eta, gli intoccabili della cultura nipponica”. Attualmente non si usa più la parola “Eta”, a cui si preferisce il termine “Burakumin”, che indica i discendenti di una casta di persone che si occupavano di mestieri considerati impuri dagli altri giapponesi, come il becchino, il macellaio e il conciatore. Molte aziende e famiglie oggi compiono ricerche genealogiche per non imparentarsi o non assumere un Burakumin. Da qui si possono capire i problemi causati dalle mappe inserite su Google Earth, dato che le persone che abitano nelle presunte zone in cui si segnala la presenza di Burakumin, ora possono essere considerate sospette. Google ha cercato subito di evitare problemi eliminando dalle mappe le aree segnalate come “Eta”, ma in questo modo la situazione è solo peggiorata, perché per i Burakumin in questo modo “si fa sparire la storia e le sofferenze di quelle persone oppresse”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: