Nuova edizione per il contestato manuale di storia

Il governo giapponese ha approvato la pubblicazione della nuova edizione del manuale di storia, che nel 2005 ha causato problemi diplomatici con la Cina. Il governo cinese, infatti, dopo la pubblicazione del manuale, ha accusato il Giappone di giustificare nel testo, i crimini e le atrocità commesse dalle forze di occupazioni nipponiche durante la seconda guerra mondiale. Nella nuova edizione sono state corrette le parti più controverse del testo, anche se il manuale è stato adottato soltanto nello 0,4% di tutti gli istituti scolastici giapponesi.  Infatti le associazioni di studiosi, insegnanti e genitori sono scettiche nei confronti di questo manuale. L’associazione Rete-21 ha dichiarato: “Anche se sono state introdotte revisioni i principali elementi critici restano e l’impostazione del manuale non è cambiata”. Il manuale è stato realizzato da storici di destra, che appartengono all’Associazione per la revisione dei manuali di storia. Nella precedente edizione l’occupazione militare di una parte dell’Asia non era stata definita “invasione” ed inoltre il famoso massacro di Nanchino era stato definito un semplice incidente, durante il quale molti cinesi erano rimasti uccisi.  In realtà in quell’occasione almeno 140.000 persone (ma gli storici cinesi arrivano a parlare di 300.000 persone) furono trucidate. E nel manuale non si parlava nemmeno delle “schiave di conforto”, le donne asiatiche ridotte in schiavitù sessuale dai militari giapponesi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: