Matrimonio: varie ed eventuali

Il matrimonio in Giappone viene considerato un “affare di famiglia” e le cerimonie si svolgono proprio sotto il nome della famiglia.
Capita ancora, in alcuni casi, che gli incontri tra eventuali futuri coniugi vengano organizzati dalle famiglie.
Una persona, che funge da intermediario, porta una fotografia ed una lettera di presentazione alla futura (ed eventuale) famiglia di un uomo o di una donna.
Se la foto e la presentazione piacciono, allora si organizza un incontro tra i due ragazzi, possibili sposi, che in genere avviene in un albergo o in un ristorante.
Se l’incontro, che viene chiamato “miai”, va bene ed i ragazzi si piacciono, allora inizieranno a frequentarsi.
Se il rapporto procede, allora si arriva al momento del fidanzamento ufficiale, durante il quale le famiglie dei futuri sposi si incontrano per lo scambio ufficiale degli anelli o per scambiarsi alcuni doni.
I doni sono in genere 9 oggetti fortunati: Katsuobushi (tonnetto secco), Kombu (alga), Suehiro (ventaglio pieghevole) Kinpozutsumi (denaro), Mokuroku (lista del contenuto), Noshiawabi (molluschi essiccati), Tomoshiraga (nastro di lino), Surume (seppia essiccata), Yanagidaru (denaro per comprare sake).
Il matrimonio si può svolgere con cerimonia buddista, shinto o cristiana.
Gli sposi, al momento dello scambio della promessa, si scambiano per 3 volte 3 coppe di sake.
Dopo la cerimonia si svolge il ricevimento per amici, parenti e colleghi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: